QUI TROVI I ROMANZI DI GIA

Formato Kindle

Amazon

Formato Epub/Kindle

StoreStreetlib

Formato Epub

iTunes

Kobo

Rizzoli

Mondadori

Nook Store

4°Atto MultiIcona

Sono pagine di eros saffico spudorato che si leggono in un fiato, raccontato in maniera inedita, fluente, e potentemente intrigante, qua e là inframezzato da balzi indignati intorno a questioni che nulla, o poco, hanno a che vedere con quello.

Il romanzo, corredato di frequenti richiami culturali, ha per protagonista Gia Van Rollenoof (anche sinonimo di chi ne è Autore), un’affascinante, quanto esuberante giovane donna veneziana che, da modeste condizioni, si fa strada nella vita, divenendo psicologa, fotografa e, soprattutto, affermata scrittrice di romanzi erotici.

Non solo, discepola di Saffo ma, da buona veneta, anche di Epicuro, l’eclettica protagonista è costantemente protesa all’appagamento delle proprie pulsioni sentimentali e sessuali. Dietro al suo edonismo si cela, tuttavia, un’anima pregna di buoni sentimenti e proponimenti che la rende dolce e altruista nei riguardi di chi, secondo lei, se lo merita.

Fieramente lesbica, per stabilire delle “affettuose” amicizie femminili, lei è dedita a chattare sul web; ed è proprio dalla chat che nasceranno le mirabolanti vicende amorose che, dopo, si svilupperanno in una sperduta oasi di un Paese arabo.

Visionaria, dalla conturbante femminilità, sempre eccessiva nell’appagamento delle proprie pulsioni e mai paga, pur licenziosa nei costumi sessuali, in realtà, sono presenti in lei dei precisi contorni morali non viziati dal pregiudizio.

Dall’animo libero, poco tollerante e per niente disposta ai compromessi, ribelle, di animo anarchico, intollerante verso l’ingiustizia e la prevaricazione, lei è idealmente scatenata contro l’esercizio di poteri ingiusti. Dal passato infantile turbolento, segnato da un’educazione vetero – tradizionalista e bigotta subita da piccola nella sua Venezia, per reazione, è idealista, mordace, irriverente, ironica, dissacrante. Sempre incline alla rimessa in discussione di ogni cosa, nutre un costante dissenso verso ciò che è imposto.

Con i suoi frequentissimi, “Io mi domando e dico”, rivolti sia verso la Società, sia verso l’alto dei cieli, è un personaggio controverso: infatti, all’apparente dissolutezza, oppone un tormento dell’anima e una brama interiore verso il trascendente.

Nel romanzo, assente qualsiasi sofisma introspettivo, tutti i personaggi, prevalentemente donne, si muovono nell’invenzione retorica di un empireo saffico fittamente costellato da conturbanti e voluttuosi giochi sado – maso dal potente profilo erotico, mai verosimilmente violenti, sempre consensuali e condivisi, dove ogni desiderio può serenamente essere esaudito in una fitta coltre di beatitudine, in una narrazione apertamente esplicita e ricca di dettaglio. Tale invenzione, altro non è che una metafora per raccontare qualcosa d’altro che travalica il racconto apparente: che si tratti di pura creazione narrativa con funzione liberatoria, è dimostrato dalla metafora dei cosiddetti “supplizi”, costantemente presenti. Buona parte delle vicende, infatti, si svolge in un paradosso reale, attraverso il simulacro della sofferenza, paradossalmente appunto, convertita in piacere sessuale; a dire: il riscatto della libido rispetto alla freudiana destrudo.

E’ chiaramente un romanzo di esagerata ed esasperata fantasia, dove il corpo femminile è considerato una fonte inesauribile di delizie sessuali dalla sovrumana resistenza ai reiterati amplessi: un pianeta dell’amore e del piacere, esplorabile senza alcun ragionevole limite, offerto spontaneamente e illimitatamente. Ciò si capta nelle inconcepibili, quanto improbabili, performance erotiche delle protagoniste, i cui spunti non sono, tuttavia, del tutto campati in aria, giacché tratti da quanto, comunemente, si può trovare sui siti del genere “porno”, che proliferano nel web.

L’esagerata ed esasperata fantasia che distingue il romanzo, si ritrova pure nelle “terapie miracolose” che compaiono nelle storie, nell’inverosimile “resistenza al dolore”, nei tempi di “ripresa fisiologica”, sempre prodigiosi, e nell’incredibile “assenza di conseguenze” in seguito ai “supplizi” che, in amenità, le protagoniste si dispensano vicendevolmente.

Ma si tratta di una favola di pura fantasia: sono, sostanzialmente, invenzioni con funzione catartica, utili a esorcizzare le più intime, e spesso rimosse, pulsioni umane negative, la cui presenza non è sempre semplice da ammettere, nemmeno a se stessi.

A voler definire il romanzo con poche parole, si potrebbe dire che si tratti di una chimera, dove l’amore e il sesso – irrealisticamente – sono messi a nudo nella loro dimensione prettamente pulsionale, volutamente spogliati da ogni intrigo psicologico pseudo seduttivo, e raccontati in modo esplicito nella loro gratificante essenzialità erotica. Spoglia da implicazioni emotive, si tratta, perciò, di una fiaba per adulti dall’esito felice, costantemente permeata da impeti di donne verso altre donne.

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;QUI TROVI I ROMANZI DI GIA

  1. Pingback: LA FOLLIA | Dal cappello di Gia - Romanzi erotici lesbo di Gia Van Rollenoof – Saffo nella letteratura e nei racconti erotici.

  2. Pingback: LA FRESCHEZZA DELLA GIOVINEZZA | Dal cappello di Gia - Romanzi erotici lesbo di Gia Van Rollenoof – Saffo nella letteratura e nei racconti erotici.

  3. Pingback: FILM PORNO? NO, GRAZIE. | Dal cappello di Gia - Romanzi erotici lesbo di Gia Van Rollenoof – Saffo nella letteratura e nei racconti erotici.

  4. Pingback: SENSUALI FACEZIE | Dal cappello di Gia - Romanzi erotici lesbo di Gia Van Rollenoof – Saffo nella letteratura e nei racconti erotici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...