IL TRATTO DELLA DISSIMULATA SOFFERENZA.

+ 18

#letteraturaerotica #romanzierotici #Lesbo

Un passaggio tratto dall’Atto 4° della Saga Erotica Lesbo, 

«Dal Cappello di Gia».

(Kindle and E-pub format, da leggere con iPhone, Blackberry, iPad, Android).

Multilibro-1

… “Con te, soltanto tu, Gia: sei quella che ti conosce meglio, e che mai più ti tradirebbe”, si disse quando Angela la lasciò. Così fece, e continuò, coerente.

Certo, lei appellò “amore” moltissime donne, e continuò a farlo; ma quello vero, per lei, rimaneva soltanto se stessa. Spesso, la Gia più matura si diceva: «Pigliamo la cosa anche da un altro lato; chi più di me mi conosce, sa volermi bene, e farmi godere? Nessuna!».

Ecco, il tratto della dissimulata sofferenza che da anni Gia tentava ricorrentemente di scacciare accoppiandosi con il maggior numero possibile di femmine, ed escogitando i modi più fantasiosi per farlo. Qualche tempo dopo i suoi vent’anni, il suo cuore era stato colpito gravemente, e benché non fosse lontana dai quaranta, la ferita stentava a rimarginarsi.

“É così, che accade alle persone buone, a quelle che si danno con tutte se stesse senza raccogliere quello che si meritano”, lei spesso si diceva, consapevole della sua condizione.

Pur non concedendo mai completamente il suo cuore, nondimeno, con le sue amanti lei si comportava sempre con generosità e onestamente; salvo l’anima, dava tutta se stessa, e mai, mentiva loro, o prometteva qualcosa che non avrebbe potuto mantenere.

Così non era stato con la sua sposa Nourhan, la quale, molto innamorata, l’aveva compresa e accettata di buon grado per com’era…(Continua nel romanzo).

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...