PERCHÉ PREFERIRE DELLE SOSTANZE DI SINTESI?

+ 18

#letteraturaerotica #romanzierotici #Lesbo

Un passaggio tratto dall’Atto 4° della Saga Erotica Lesbo, 

«Dal Cappello di Gia».

(Kindle and E-pub format, da leggere con iPhone, Blackberry, iPad, Android).

MET-ART_ry_281_0106

… commentò felice, scoppiando in una risata. Naturalmente, dato l’attimo, io glissai su come mi aveva definita; ovverossia, “l’unica donna”.

Nonostante tutto, irriducibile, Catalina seguitò: «E se anche lì… dove stai pasteggiando, mi mettessi del profumo? Dico, qualcosa come il deodorante che uso per le ascelle; non credi che lo troveresti più piacevole, Gia? Ingozzarti senza ritegno della mia fica, intendo».

«Sempreché si tratti di “Vulva”, un profumo ideato da una casa tedesca che propone l’odore della gnocca. Ma perché andare su sostanze di sintesi, quando possiamo rimanere su quelle naturali?» commentai ridendo. Poi, più seria, la dissuasi con fermezza: «A parte gli scherzi, sei matta, Catalina? Almeno fin quando sarò con te, neanche sotto le ascelle, tu dovrai più usare del profumo! Perché dovresti privarmi dell’ineguagliabile fragranza del tuo carnale sudore? Amore, ti sei mai chiesta come mai le donne amino tanto profumarsi? Lo fanno per ovviare alle loro insicurezze. La cosa ha radici antiche: un tempo, quando… (Continua nel romanzo).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...