SALACI BATTUTE NELLE CONIUGAZIONI VERBALI.

+ 18

#letteraturaerotica #romanzierotici #Lesbo

Un passaggio tratto dall’Atto 4° della Saga Erotica Lesbo, 

«Dal Cappello di Gia».

(Kindle and E-pub format, da leggere con iPhone, Blackberry, iPad, Android).

Cucina

… un attimo dopo, però, presa dai morsi della fame, non resistette, e così, svestita com’era, scese in cucina, dove trovò Rashida affaccendata ai fornelli. Sorpresa di vederla, lei  chiese: «Beh? E tu, che ci fai qui? Non avresti dovuto essere a letto?».

«Mmm, che buon profumo! Mi fa venire ancora più fame: mi divorerei un salame intero, Rashida».

Per sfotterla bonariamente, lei rispose in rima: «Nell’Islam, ben lo sai, che di salami mai ne troverai; ora ti cucino alla svelta una buona frittata con le erbe del nostro orto».

Mentre acquietava le esigenze dello stomaco, Gia chiese: «E Nourhan e Nahed, dove sono?».

Nourhan le aveva confidato quanto a Gia piacesse scherzare, e specialmente con le parole, doppi sensi compresi; voltandosi, le rispose: «Erano qui fino a una mezz’oretta fa, e poi, all’improvviso, sono corse di sopra; penso che tra un po’ “verranno”».

Svelta di riflessi, la donna veneziana era entrata in sintonia; infatti, trascorsa una ventina di minuti, con la bocca piena, sorridendole, anche lei celiò: «Come mai le nostre mogli non “vengono” ancora?».

«Erano con me a cucinare quando la tua, strusciandosi casualmente la passera al sederino della mia, ha avuto, chiamiamolo, un impeto di passione; e così, non volendo mischiare sesso a gastronomia, le due colombelle se ne sono andate nella stanza da letto. Salendo, una mano sul culo di Nahed, la tua Nourhan mi ha rassicurata: «Rashida, non preoccuparti, che “veniamo” subito»; ma io non le ho creduto. Sai, spesso a mia moglie piace tirare la scopata per le lunghe; ma non preoccuparti, perché non vi è dubbio che alla fine “verranno”» rispose lei, con un sorriso malizioso, equivocando con palese intenzione.

«Che “vengano” pure con comodo, e che buon pro gli faccia!» esclamò Gia, divertita, contenta per entrambe.

A pancia parzialmente piena, risalita nel suo appartamento, intanto che la vasca andava riempiendosi, ancora incredula, la scrittrice veneziana… (Continua nel romanzo).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...